martedì , 15 ottobre 2019
Home / Comunicati Stampa / Comunicato stampa 24 maggio – FORUM LAZIO. AMMINISTRATIVE ROMA: STEFANO FASSINA CONDIVIDE FINALITA’ PROPOSTE DAL FORUM FAMIGLIE LAZIO

Comunicato stampa 24 maggio – FORUM LAZIO. AMMINISTRATIVE ROMA: STEFANO FASSINA CONDIVIDE FINALITA’ PROPOSTE DAL FORUM FAMIGLIE LAZIO

Roma, 24 maggio 2016. FORUM LAZIO. AMMINISTRATIVE ROMA: STEFANO FASSINA CONDIVIDE FINALITA’ PROPOSTE DAL FORUM FAMIGLIE LAZIO.
“Il candidato a sindaco di Roma, Stefano Fassina, ha accolto – dopo un onesto confronto – con favore le proposte che il Forum ha elaborato per le famiglie. Siamo contenti di questo traguardo, che apre la strada ad un dialogo vero e concreto con ogni forza politica disponibile ad investire nelle politiche familiari” ha detto la Presidente del Forum Lazio, Emma Ciccarelli, che ha poi aggiunto: “La famiglia è patrimonio di tutte le persone e di tutta la società, non ha un colore politico, ma è un bene sociale irrinunciabile.”
A seguire il testo concordato congiuntamente con il candidato Sindaco.
“Stefano Fassina, candidato a Sindaco di Roma, ritiene siano condivisibili le finalità proposte dal Forum delle Associazioni Famigliari del Lazio, in tema di politiche famigliari in vista delle prossime elezioni amministrative per il Comune di Roma:
1. Dare centralità alle famiglie come soggetto culturale ed economico.
 
2. Verificare sistematicamente i criteri per l’assegnazione delle case popolari affinché i contratti di locazione siano sempre corrispondenti ai requisiti di assegnazione.
 
3. Istituire l’Agenzia Comunale degli Affitti, per dare pari diritti ai locatari e affittuari.
 
4. Separare le graduatorie per l’ammissione agli Asili Nido una per i posti da riservare ai bambini con disabilità e/o di disagio sociale e un’altra per i posti da riservare ai figli di mamme lavoratrici.
 
5. Fissare a 4 il numero massimo dei componenti del nucleo familiare per il pagamento della TARI in quanto una famiglia numerosa è già penalizzata nel pagamento in quanto necessariamente deve vivere in un appartamento dimensioni maggiori.
 
6. Rimodulare il calcolo dell’Addizionale Comunale secondo nuovi parametri di calcolo che tengano conto sia della capacità contributiva che del numero dei componenti il nucleo famigliare.”