mercoledì , 18 ottobre 2017
Home / Articoli / NO ALL’ABORTO CHIMICO NEI CONSULTORI

NO ALL’ABORTO CHIMICO NEI CONSULTORI

Il Movimento PER Politica Etica Responsabilità, ha lanciato una petizione su www.citizengo.org per dire NO ALL’ABORTO CHIMICO TRAMITE RU486 NEI CONSULTORI.

FIRMA E FAI GIRARE LA PETIZIONE

Sul mio sito www.olimpiatarzia.it puoi trovare materiale sulla questione. Ho presentato in Consiglio Regionale un’interrogazione urgente al Presidente Zingaretti per fermare “l’aborto fai da te” che lascia le donne sole ad abortire nel bagno di casa!
L’aborto, in qualunque modalità lo si esegua, sia chimico che chirurgico, è sempre l’uccisione di una vita umana, indipendentemente dall’epoca di vita del bambino, ma Zingaretti, che si gloria del fatto che la Regione Lazio è la prima in Italia a voler consentire l’aborto nei consultori, con questa decisione, veicolando il messaggio dell’aborto facile, mette a serio rischio anche la salute fisica e psicologica della donna!
Anziché rafforzare il ruolo di prevenzione dell’aborto che la legge 194 (art.5) attribuisce ai consultori, attraverso la ricerca di possibili soluzioni dei problemi, di alternative all’aborto, e di rimozione delle cause, Zingaretti intende trasformarli in abortifici.
Ti chiedo di diffondere la petizione anche a persone che risiedono fuori del Lazio: riguarda anche loro, perché quello che sta accadendo nel Lazio rappresenta un test nazionale!
ABBIAMO BISOGNO DELLA TUA MOBILITAZIONE PER BLOCCARE QUESTO PROVVEDIMENTO SCELLERATO E IDEOLOGICO SULLA PELLE DEI BAMBINI E DELLE DONNE!

Grazie di cuore per quanto potrai fare!

Olimpia Tarzia