martedì , 15 ottobre 2019
Home / Comunicati Stampa / Comunicato stampa 24 maggio – Mario Adinolfi sottoscrive i sei punti di programma proposti dal Forum delle Associazioni familiari del Lazio

Comunicato stampa 24 maggio – Mario Adinolfi sottoscrive i sei punti di programma proposti dal Forum delle Associazioni familiari del Lazio

ROMA, 24 maggio 2016.  Forum Famiglie Lazio. Mario Adinolfi sottoscrive i sei punti di programma proposti dal Forum delle Associazioni familiari del Lazio.

“Siamo molto soddisfatti di aver avuto l’adesione tra i candidati sindaco di Mario Adinolfi, un candidato che ha improntato la propria campagna elettorale sul tema “famiglia”. C’è stata una ampia convergenza su tante tematiche che sono frutto di un comune orizzonte.” Ha dichiarato la presidente del Forum Emma Ciccarelli a margine della conferenza stampa

“Mario Adinolfi ha espresso il proprio completo consenso su tutti i punti proposti dal Forum, senza apportare modifiche o restrizioni, e si è impegnato ad avviare scelte politiche su Roma dove il bene della famiglia sia l’orizzonte valoriale di riferimento e frutto di un lavoro congiunto insieme al territorio.” Ha infine concluso la Presidente.

Questi i punti proposti dal Forum e condivisi da Mario Adinolfi:

  1. Ripristinare l’Assessorato alla Famiglia perché finalmente si inizi a parlare di famiglia come soggetto culturale ed economico.
  2. Modificare l’assegnazione delle case popolari proponendo che i nuovi contratti di locazione degli alloggi popolari siano assegnati non più con contratti a tempo indeterminato, ma con contratti a termine, salvo verifica del persistere dei requisiti di assegnazione.
  3. Istituire l’Agenzia Comunale degli Affitti, per dare pari diritti ai locatari e affittuari.
  4. Separare le graduatorie per l’ammissione agli Asili Nido:una per i posti da riservare ai bambini con disabilità e/o di disagio sociale e un’altra per i posti da riservare ai figli di mamme lavoratrici.
  5. Fissare a 4 il numero massimo dei componenti del nucleo familiare per il pagamento della TARI in quanto una famiglia numerosa è già penalizzata nel pagamento in quanto necessariamente deve vivere in un appartamento dimensioni maggiori.
  6. Rimodulare il calcolo dell’Addizionale Comunale secondo nuovi parametri di calcolo che tengano conto sia della capacità contributiva che del numero dei componenti il nucleo famigliare.